L’apparecchio trasparente o invisibile

Come funziona l’apparecchio trasparente o invisibile?

In realtà sarebbe più corretto parlare di apparecchi invisibili perché diverse mascherine trasparenti vengono sostituite all’incirca dopo due settimane.

Ognuno di queste Mascherine (vedi foto), determina lo spostamento all’incirca di un quarto di millimetro, quindi il primo apparecchio invisibile determinerà lo spostamento di uno o più denti a seconda di quello che si desidera, a seconda di quello che si è programmato in precedenza di circa un quarto di mm. Quindi dopo circa due settimane si passa all’apparecchio trasparente successivo che determinerà lo spostamento di un ulteriore quarto di millimetro e così via via cambiando l’apparecchio ogni due settimane si arriverà al risultato finale desiderato.

Un aspetto molto importante di questa terapia è lo studio tridimensionale al computer che permette di valutare quali saranno tutti quanti i passaggi successivi settimana dopo settimana mese dopo mese e quindi quale sarà il risultato finale desiderato. E’ molto importante sia per il medico che anche per il paziente il quale potrà verificare che nel corso della terapia i denti si stanno effettivamente spostando nella direzione e posizione desiderata.
L’apparecchio invisibile va portato all’incirca 22 ore al giorno quindi sia di giorno che di notte, può essere tolto per mangiare e quindi successivamente per lavare i denti.

L’apparecchio trasparente essendo costituito da una plastica quasi invisibile aderisce perfettamente ai denti e consente di avere un risultato estetico eccellente per cui nessuno normalmente si accorge della presenza di un apparecchio ortodontico.

Commenta